Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Morbi eu nulla vehicula, sagittis tortor id, fermentum nunc. Donec gravida mi a condimentum rutrum. Praesent aliquet pellentesque nisi.

Un'idea che nasce dall'esperienza sul campo

Buon Vino Italia si propone di essere il ponte commerciale tra Italia e Cina nella promozione e vendita del vino Made in Italy in questo paese orientale.
In particolare, il vino di cui si parla è quello prodotto dalle piccole e medie cantine italiane che non sono ancora presenti in questo mercato e allo stesso tempo dalle grandi cantine che vogliono consolidare il proprio brand in questo paese.

Un’idea che nasce dall’esperienza sul campo

Buon Vino Italia si propone di essere il ponte commerciale tra Italia e Cina nella promozione e vendita del vino Made in Italy in questo paese orientale.
In particolare, il vino di cui si parla è quello prodotto dalle piccole e medie cantine italiane che non sono ancora presenti in questo mercato e allo stesso tempo dalle grandi cantine che vogliono consolidare il proprio brand in questo paese.

Le tappe del progetto

Buon Vino Italia

2018

Firmato il primo accordo d'intesa tra la Municipalità di Qingtian e Buon Vino Italia.

a
Accordo per le certificazioni

2017

Stipulato l'accordo con l'ente governativo cinese China Certification & Inspection Group.

Apertura magazzini

2016

Apertura del magazzino e degli uffici presso Qingtian The Bridge Trading Co. LTD. a Qingtian.

a
Dogana di Qingtian

2015

Inaugurazione della dogana di Qingtian.

La nostra Mission

La mission di Buon Vino Italia è quella di soddisfare la sempre più crescente domanda in Cina di vino Made in Italy, prodotto dalle cantine italiane sul proprio territorio.
In sostanza, l’obiettivo è quello di garantire una continua fornitura ai propri partner cinesi, accuratamente selezionati e specializzati nel settore vinicolo. E’ stato stimato che nel 2021, la Cina sarà il secondo mercato mondiale del vino dopo gli Stati Uniti e ciò determinerà anche una crescita globale delle vendite del vino.
Contrariamente ad altre soluzioni simili, questa piattaforma commerciale è capace di assicurare la tracciabilità e il posizionamento del prodotto alle aziende fornitrici.
In sintesi puntiamo a far conoscere al potenziale cliente cinese la cantina di produzione, ma, soprattutto, la storia legata al prodotto, il metodo di coltivazione del vigneto, la filiera di produzione, fino ad arrivare all’ottenimento della bottiglia sullo scaffale.
Come risultato di tutto questo, si potrà garantire l’originalità e l’autenticità del prodotto al consumatore finale, così da sviluppare il brand della cantina italiana nel mercato cinese.

La nostra Mission

La mission di Buon Vino Italia è quella di soddisfare la sempre più crescente domanda in Cina di vino Made in Italy, prodotto dalle cantine italiane sul proprio territorio.
In sostanza, l’obiettivo è quello di garantire una continua fornitura ai propri partner cinesi, accuratamente selezionati e specializzati nel settore vinicolo. E’ stato stimato che nel 2021, la Cina sarà il secondo mercato mondiale del vino dopo gli Stati Uniti e ciò determinerà anche una crescita globale delle vendite del vino. Contrariamente ad altre soluzioni simili, questa piattaforma commerciale è capace di assicurare la tracciabilità e il posizionamento del prodotto alle aziende fornitrici.
In sintesi puntiamo a far conoscere al potenziale cliente cinese la cantina di produzione, ma, soprattutto, la storia legata al prodotto, il metodo di coltivazione del vigneto, la filiera di produzione, fino ad arrivare all’ottenimento della bottiglia sullo scaffale.
Come risultato di tutto questo, si potrà garantire l’originalità e l’autenticità del prodotto al consumatore finale, così da sviluppare il brand della cantina italiana nel mercato cinese.

Buon Vino Italia ha scelto lo Zhejiang

Lo Zhejiang ha un reddito pro capite tra i più alti della Cina e gli investimenti sono effettuati principalmente nel settore commerciale

Gli investimenti diretti esteri nello Zhejiang sono raddoppiati negli ultimi 10 anni raggiungendo quota di 18,05 miliardi di dollari nel 2016. La provincia è diventata negli anni destinazione privilegiata delle esportazioni di prodotti Made in Italy. Dal 2015 la politica governativa cinese ha individuato questa regione, ed in particolare le città di Wenzhou e Qingtian (e il vicino porto di Ningbo, il quinto porto più trafficato al mondo), come poli di riferimento delle merci di importazione del settore food & wine. Sarà poi da questi centri di importazione che i prodotti saranno smistati nel resto della Cina.

630

miliardi di euro è il PIL della provincia dello Zhejiang

5000

mq di superficie è l'area espositiva di Buon Vino Italia

900

milioni di tonnellate di merci scambiate nel porto di Ningbo

56

milioni di abitanti nello Zhejiang, circa la popolazione dell'Italia